Ultimo aggiornamento: Venerdì 21 Novembre 2014 15:45 | Feed Rss | iscriviti alla newsletter | Redazione
home > Giornale della Giunta > archivio notizie
Mercoledì 22 Febbraio 2012

Una boa meteo per salvare la costa

Collocata al largo di Capo Mele misurerà le correnti, il moto ondoso e darà indicazioni preziose per la pianificazione degli interventi sulla costa
 

 

Più che una boa sembra una sonda spaziale. Ma è progettata per rilevare il moto ondoso, le correnti marine. Darà informazioni utili per le previsioni meteorologiche e per la pianificazione degli interventi sulla costa. La boa "Odas" che è stata messa in opera oggi al largo di Andora, non distante da Capo Mele, non è precisamente al "battesimo" del mare: ha già alle spalle un anno di onorato servizio in Antartide, dove ha funzionato ininterrottamente grazie alle batterie al litio e al piombo, senza alcun altro intervento.

La boa garantisce una misura ogni trenta minuti dei parametri meteorologici come vento, pressione e umidità, ma soprattutto dell'altezza delle onde, da dove vengono e che periodo hanno. «Con questo strumento - ha spiegato il tecnico di Arpal Stefano Gallino - possiamo individuare episodi di inquinamento, monitorare il trasporto dei sedimenti e con una lunga serie storica di dati stabilire quanto devono essere alti i pennelli, come devono essere orientate le dighe rispetto al moto ondoso e molto altro».

Dati preziosi, insomma, e non soltanto per i tecnici ma anche per gli amministratori: «Il dato scientifico è la base su cui possiamo programmare e pianificare le nostre attività - spiega l'assessore all'ambiente Renata Briano - sarà utilissima per i progetti di difesa della costa, per capire come possono essere fatti i ripascimenti, come progettare le opere di difesa a mare".

 

Get Adobe Flash player

Scrivi un commento


 

2 commenti

  • Link permanente al commento francesca Brancati Giovedì 01 Marzo 2012 17:52 scritto da francesca Brancati

    Un'ottima e preziosa iniziativa.

    Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
  • Link permanente al commento inserisci il tuo nome... Mercoledì 22 Febbraio 2012 22:39 scritto da inserisci il tuo nome...

    bravo ste, mettine anche una davanti a camogli

    Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
top