salta al contenuto della pagina
home > [...] > la rete ferroviaria regionale > la linea ferroviaria sul confine italia-francia

La linea ferroviaria sul confine Italia-Francia

Regione Liguria e Regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra sono le due regioni, rispettivamente l’italiana e la francese, sul confine tra le due nazioni. La Provenza-Alpi-Costa Azzurra (Provence-Alpes-Côte d'Azur: PACA) confina ad est con l'Italia (Piemonte e Liguria), dalla quale è separata dalle Alpi, a sud è bagnata dal mar Mediterraneo; al suo interno, a 10 km dal confine con l'Italia, si trova il Principato di Monaco. Le città principali della regione, oltre a Marsiglia, sono Nizza, Tolone e Aix-en-Provence.

Le differenze – Le similitudini

Nelle due Regioni, la popolazione è concentrata principalmente sul litorale. Circa un milione di abitanti fra Cannes e Mentone, circa 500.000 nelle Province di Imperia e di Savona e degli importanti poli di attrazione: Monaco-Montecarlo, l’aeroporto di Nice Côte d’Azur, San Remo.

Ad eccezione di qualche treno “Grandes Lignes”, i collegamenti ferroviari tra i 2 paesi non si possono fare senza dover effettuare un cambio di treno a Ventimiglia.

L’infrastruttura ferroviaria è caratterizzata in maniera diversa sui due versanti:

  • la parte italiana presenta una linea prevalentemente a semplice binario, elettrificata a 3 kVcc (alla stazione di Ventimiglia, le linee aeree sono alimentate a 1,5 kV in continua per permettere alle macchine Bi-fase francesi di circolare) e con impianti tecnologici differenti dai francesi (il regime di circolazione è con blocco manuale almeno tra Finale Ligure e Ospedaletti). La tortuosità del tracciato e l’attraversamento dei centri abitati limita la velocità del tracciato a valori relativamente bassi (in genere pari a 80 Km/h)
  • il versante francese è caratterizzato da una linea a doppio binario elettrificata a 25 kVca con un attrezzaggio tecnologico di tipo più moderno (blocco automatico IPCS e ripetizione discontinua dei segnali). Nella tratta fino a Nice le velocità medie per i treni viaggiatori sono comunque di 80 – 90 Km/h.

Dei progetti di modernizzazione su entrambi le due parti prevedono il completamento del raddoppio, aumento della velocità e delle attrezzature di segnalamento da parte italiana; costruzione di un terzo binario fra Antibes e Nice da parte francese.

I servizi ferroviari transfrontalieri

La creazione di treni regionali transfrontalieri è abbastanza recente, per diverse ragioni:

  • sia in Francia che in Italia, le regioni sono diventate autorità organizzatrici dei collegamenti ferroviari regionali soltanto da alcuni anni
  • a livello europeo, gli strumenti giuridici disponibili per la creazione di un'autorità organizzatrice transfrontaliera restano recenti e limitati
  • la non interoperabilità tra le diverse reti ferroviarie rende in generale delicata la creazione di collegamenti ferroviari transfrontalieri

I servizi ferroviari passeggeri nell’area comprensoriale rispecchiano il carattere di frontiera della stazione di Ventimiglia, sulla quale convergono treni gestiti da due diverse amministrazioni (Trenitalia e SNCF).

L’attuale offerta risente di una certa variabilità non solo stagionale (aggiunta di treni a lunga percorrenza nel periodo estivo), ma anche di tipo periodico (coppie di treni festivi) a dimostrazione dell’incidenza della componente turistica.

I servizi ferroviari sul versante italiano sono articolati secondo due categorie di treni: regionali (a servizio di tutte le località intermedie) e intercity (relazioni di lunga percorrenza o notturne). Gli unici treni passanti (10% sul totale) sono compresi in quest’ultima categoria e “soffrono” del cambio materiale di trazione a Ventimiglia (con tempi di sosta non inferiori ai 15 minuti) reso necessario tra l’altro dal diverso sistema di elettrificazione esistente nei due paesi.

I servizi ferroviari sul versante francese si articolano secondo due categorie di treni: treni regionali (TER – a servizio di tutte le località) con orario uniformemente distribuito nell’arco della giornata e intervallo medio fra i treni pari a 30 minuti, e Train Grand Lignes (TGL su relazioni di medio–lungo raggio).

Un’analisi congiunta degli orari passeggeri sui due versanti mostra che la criticità nei collegamenti transfrontalieri consiste nelle coincidenze esistenti nella stazione di Ventimiglia.

Considerando dunque i casi di coincidenza e i treni passanti che attualmente costituiscono l’unico servizio ferroviario su relazioni transfrontaliere, si ottengono velocità commerciali basse (35 – 40 Km/h) su relazioni comprensoriali. Eccezione a questa situazione è rappresentata dai collegamenti che hanno come origine o destinazione Ventimiglia (velocità commerciali tra 45 e 55 Km/h) poiché buona parte dei servizi vi si attestano per entrambe le direzioni.

L'autorità di trasporto ferroviario francese - SNCF

La legge francese (legge SRU, articolo 133) prevede il caso in cui un collegamento ferroviario si prolunghi al di là delle frontiere del territorio nazionale o al di là della competenza territoriale della regione questa può fare una convenzione con una regione limitrofa per l'organizzazione dei servizi. L'attuazione di questi servizi è oggetto di una convenzione di esercizio particolare tra le autorità competenti e la società nazionale delle ferrovie francesi, a prescindere dalle responsabilità che lo Stato ha affidato a quest’ultima per l'organizzazione di servizi d'interesse nazionale.

La regione può, se necessario, concludere una convenzione con un'autorità organizzatrice di trasporto di una regione limitrofa di uno Stato vicino per l'organizzazione di servizi ferroviari regionali transfrontalieri di viaggiatori alle condizioni previste dal codice generale degli enti territoriali e dai trattati in vigore. In mancanza d'autorità organizzatrice di trasporto nella regione limitrofa dello Stato vicino, la regione può chiedere alla SNCF (La Société nationale des chemins de fer français) di concludere una convenzione con il trasportatore competente dello Stato vicino per l'organizzazione di tali servizi transfrontalieri. Da notare che l'articolo 133 della citata legge è stato adottato su richiesta della Regione Alsazia, desiderosa di organizzare collegamenti ferroviari transfrontalieri a carattere Regionale. Tale dispositivo riguarda la messa in atto di un collegamento ferroviario sul tipo di quello emerso dal progetto LiRiCa (Liguria, Riviera e Costa Azzurra) e CALIPSO (Costa Azzurra. Liguria, Piemonte Senza Ostacoli).

L'autorità di trasporto ferroviario italiana – Trenitalia

Con il Dlgs n. 422 del 19 novembre 1997,  “Conferimento alle regioni ed agli enti locali di funzioni e compiti in materia di trasporto pubblico locale, a norma dell'articolo 4, comma 4, della L. 15 marzo 1997, n. 59 (1/circ)”  lo Stato, nel conferire alle regioni e agli enti locali tutti i compiti e tutte le funzioni relative al servizio pubblico di trasporto di interesse regionale e locale, ha mantenuto, tra l’altro, di sua competenza la stipula di accordi, convenzioni e trattati internazionali relativi ai servizi transfrontalieri per il trasporto di persone e merci.

Conseguenza diretta del punto precedente è che lo Stato italiano, e non la Regione Liguria, è l’autorità organizzatrice sulla tratta tra Ventimiglia e la frontiera franco-italiana. Un trasferimento della competenza alla Regione Liguria richiederebbe un adattamento della legge stessa.

La cooperazione tra esercenti ferroviari – Trenitalia / SNCF

La questione della cooperazione tra gli esercenti ferroviari tocca un settore chiaramente distinto, si tratta in questo caso di cooperazione commerciale e il quadro normativo è inquadrato dal diritto societario.

Le linee transfrontaliere riguardano i due trasportatori situati da ambo le parti della frontiera. In questo caso, l’accordo è generalmente concluso tra i trasportatori, secondo tre alternative possibili:

  • ripartizione dell’esercizio tra i trasportatori
  • un trasportatore affitta il materiale dell'altro
  • gestione della linea con un solo trasportatore, eventualmente una filiale derivata dalle due società

Sia la SNCF che Trenitalia partecipano già in filiali operanti un servizio di linee intercity internazionali. Si tratta di una cooperazione a vocazione commerciale, con creazione di filiali distinte come Artesia (SNCF e Trenitalia, collegamenti tra la Francia e l'Italia), Elipsos (RENFE e SNCF, treni tra la Francia, la Svizzera, la Spagna e l'Italia), Cisalpino (Trenitalia e FFS, collegamenti tra l'Italia, la Svizzera e la Germania) ecc.. Le compenetrazioni di materiale rotabile sono disciplinate da convenzioni intergovernative bilaterali. Non esiste attualmente una convenzione internazionale che decreta un quadro generale sulle cooperazioni tra esercenti ferroviari.

Norme particolari sull'emissione di biglietti interessanti tratti di confine

Trenitalia regolamenta in maniera specifica l'emissione di biglietti d'ogni specie per/da i punti di allacciamento tra il territorio nazionale e gli stati confinanti. Nel nostro caso il "punto di allacciamento", non una stazione, tra Liguria e Francia è Ventimiglia. Di seguito un breve estratto della regolamentazione (Condizioni di trasporto - Condizioni e tariffe per i trasporti delle persone sulle fs - All. 4):

È vietato rilasciare biglietti di ogni specie per o da Ventimiglia confine, Modane confine, Piene frontière, Iselle transito, Pino confine, Gorizia confine e Villa Opicina confine, che non sono stazioni ma punti di allacciamento con le ferrovie estere, se non per i viaggiatori muniti di biglietti esteri validi per iniziare il viaggio dai punti di confine stessi. La tassazione deve essere fatta in base alla distanza riferita ai punti di confine anzidetti.

Approfondimenti

  • Regione Paca
    il sito ufficiale della regione Provenza, Alpi, Costa Azzurra
    www.regionpaca.fr
  • Principato di Monaco
    il sito ufficiale del Principato
    http://www.gouv.mc
  • Rff - Réseau Ferré de France
    il sito della società che gestisce l'infrastruttura ferroviaria
    www.rff.fr
  • Sncf - La Société nationale des chemins de fer français
    il sito ufficiale della Società nazionale delle ferrovie francesi
    www.sncf.com
  • Alcotra
    il sito dei Programmi di iniziativa comunitaria Interreg (cooperazione transfrontaliera) - Fa parte della sezione A ed è il terzo programma di cooperazione tra Italia e Francia che interessa i territori situati lungo il confine continentale tra i due Stati
    www.interreg-alcotra.org

Allegati

top